lunedì 13 agosto 2012

Parco Trapezio Via alla Fase 2 !


Grazie a Maurizo M. per la Foto
 http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca

Parco Trapezio, bonifica finita A Santa Giulia parte la fase due

L'assessore De Cesaris: "Giochi e alberi entro primavera". A dicembre 2011 si era conclusa la bonifica e la riqualificazione del boulevard centrale del quartiere, la 'promenade'

Milano, 12 agosto 2012 - A Santa Giulia parte la fase due. Si è infatti conclusa in questi giorni la bonifica del parco Trapezio: «Sono contenta — dichiara l’assessore all’Urbanistica, Lucia De Cesaris -, stiamo procedendo nel rispetto dei tempi e degli impegni presi con il quartiere. Abbiamo impresso un’accelerazione agli interventi e continueremo a farlo».

"I rifiuti al Parco Trapezio vanno tolti" Dai cinquantamila metri quadrati del parco è stata definitivamente asportata la terra contaminata e tolto il velo protettivo che li ricopriva. Gli scavi sono stati quindi colmati con terra pulita. La fase due dell’opera di restituzione dell’area al quartiere prevede la posa di terra da coltivo e quindi la piantumazione di nuovi alberi e nuovo verde, oltre che l’installazione dei giochi per i più piccoli. Il parco Trapezio ora va ricostruito.
«Contiamo di farcela per la prossima primavera» fa sapere la De Cesaris quando le si chiede quali scadenze preveda, ora, il cronoprogramma dei lavori. Gli interventi di bonifica erano iniziati lo scorso marzo: «La nostra volontà è completare tutti gli interventi entro un anno» ribadisce l’assessore. Un’altra tappa, la fine dell’opera di bonifica del parco Trapezio, lungo il percorso di ritorno alla normalità di quello che avrebbe dovuto essere il nuovo, avveniristico, quartiere modello di Milano.
A dicembre 2011 si era infatti conclusa la bonifica e la riqualificazione del boulevard centrale del quartiere, la «promenade». Su cinque delle otto vasche che scandiscono la passeggiata sono state ricreate le aiuole previste dal progetto originario, mentre nelle altre tre è stata posata una pavimentazione armonizzata al resto del viale.
di Giambattista Anastasio